dare un senso alla mia vita

Ho visto coi miei occhi
il ridursi di una salma
dopo quaranta anni
di sepoltura:
un mucchio di ossa.
 
Ho visto coi miei occhi
come si riduce un uomo
mio padre, quando giunge
alla fine dei suoi giorni
della sua vita che ha percorso
nel bene e nel male.
 
Si sfascia tutto, il cuore
si ingrossa e via via
cedono polmoni, reni
e tutto è compromesso
 
Ho visto il suo abbandono
le forze che via via gli
venivano sempre meno.
 
Quella sua mano che stringeva
la mia sempre più debole.
 
Era nella pace, aveva in sé
quell’abbandono alla vita
terrena e allo stesso tempo
all’affidarsi a quel qualcosa
nell’andare ad un incontro.
 
E quel qualcosa è un qualcosa
difficile da comprendere
e da penetrare.
 
Impossibile che tutto finisca là
su di un letto d’ospedale.
 
Qualcosa si stacca
o si distacca e va incontro
a qualcosa di assoluto
impossibile da descrivere.
L’anima ritorna.
 
Quando si nasce che succede?
La vita si forma nel grembo
di una mamma, ma l’anima
certamente non la crea
la donna.
 
Abbiamo un’anima?
 
Cerchiamo cosa c’è in noi stessi
entriamo in noi stessi.
 
I pensieri, i ragionamenti
l’intelletto, le cognizioni
ciò che si è appreso:
l’anima si ciba e permette
alle estremità di fare
qualsiasi cosa ci riesca
di fare.
 
Senza anima non potremmo
fare nulla, quello che ci
distingue dagli animali
è questo: abbiamo un’anima.
 
Dove ci porteranno  le nostre scelte?
alla fossa? in una sepoltura?
che visione limitata!
 
Io mi rendo conto
che ho un’anima e questo
tornerà a quel qualcosa
che me l’ha data.
 
Mi rendo conto appieno
di questo, se no che
ci stò a fare qua?
 
Come mi comporto?
 
Cerco il mio benessere
Materiale per settanta o
sessanta o ottanta anni?
per fare che?
per scavarmi la fossa?
 
Allora comincio a pensarci
da adesso, se non ci
avevo pensato prima
e mi compro una bella
sepoltura e addio a tutti.
 
Che limitatezza di vedute.
 
Voglio la luce, voglio
che la mia anima viva
e ancor di più che l’anima
dei miei cari viva.
 
Cerco la cura per la
mia anima.
Cerco la cura dentro
me stesso.
 
Quando sarò guarito
spero presto, cercherò
di curare gli altri, se
Dio mi dà la forza.
 
Guariscimi o Signore
Poiché col tuo Santo Aiuto
possa guarire le anime
dei miei cari, di chi
voglio bene e di chi
mi vuol male.
 
Albi
16 dicembre 2011 8:55
Licenza Creative Commons
dare un senso alla mia vita di Alberto Corrente è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e Parole. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...