Poesia a Maria (parte IV)

Non pianger Madre mia
io che ti ho vista in questa via
forte abbracci il Figliol tuo
dell’Uomo principio Verbo mio.
 
Che occhi ho io peccatore indegno
a nulla volgean che a sentir il Suo sdegno?
quando all’eccesso di qualche istante
eppur l’Amor sentivo assai distante!
 
Il Cuor Tuo messo a  dura prova
il Sangue Suo di noi quanti ne salva
da quel legno umani vizi ancor son inchiodati
con umile virtù ha reso ai Comandi così esaltati.
 
Le piaghe del Signore
si son impresse nel mio cuore
e ai cuor dal Cielo effondi
Amor con petali recondi.
 
Giuseppe Santo allor a cui ogni giorno prego
vi stà accanto sempre con rallegro.
 
Onore e Gloria a Te Anima mia
Amore per sempre e così sia…
Albi
22 aprile 2011 8:43
(Immaginando la Madonna che accoglie suo Figlio Gesù appena smesso dalla Croce: anche per Lei è stato un calvario)
Licenza Creative Commons
Poesia a Maria (parte IV) di Alberto Corrente è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://albertonuevo.wordpress.com/2014/05/23/poesia-a-maria-parte-iv/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://www.facebook.com/notes/alberto-albi-corrente/poesia-a-maria-parte-iv/197172000319035.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Poesie a SS. Maria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...