Seven seconds – Youssou N’Dour & Neneh Cherry (canzone contro le guerre)

Don’ see me from a distance
Don’t look at my smile
And think that I don’t know
What’s under and beheind me
I don’t want you to look at me and think
What’s in you is me
What’s in me is to help them
I assume the reasons that push us to change everything
I would like us to forget about their color
So they can be optimistic
Too many views on rave that make them desperate
Let’s leave the doors wide open
So they can talk about theit pain and joy
Then we can give them information
That will bring us all together
(Chorus): It’s not a second
7 seconds away
Just as long as I stay
I’ll be waiting
Nothing can move us, we should be moving
From the ones who practice wicked charms
For the son and the stone
Bad to the bone
Man is not evil, even when it’s born
And when a child is born into this world
It has no concept
The tone the skin is living in
(Chorus): There’s a million voices
There’s a million voices
To tell you what she should be thinking
So you better sober up for a second
  
  

Sette Secondi

Non guardarmi da lontano
Non guardare il mio sorriso
E non pensare che non sappia
Cosa c’è al di fuori di me
Non voglio che mi guardi e pensi
Che quel che c’è in te è per me
E quel che c’è in me è per aiutare gli altri
Immagino quali siano le ragioni che ci spingono a cambiare ogni cosa
Vorrei che dimenticassimo il loro aspetto esteriore
Così potranno essere ottimisti
Troppi sguardi alla deriva che fanno di loro dei disperati
Lasciamo le porte completamente aperte
Così potranno parlare del loro dolore e della loro gioia
Poi potremo dargli i consigli
Che ci uniranno
Non è questione di un secondo
Ne sono già trascorsi sette
Solo finché sarò presente
Aspetterò
Niente può farci scappare
Eppure dovremo scappare
Da quelli che ci tenteranno con le falsità
Per il figlio e la pietra
Cattivi nel profondo
L’uomo non è malvagio, nemmeno quando è appena nato
E quando un bambino nasce in questo mondo
Non gliene frega niente
Del colore della sua pelle
Non è questione di un secondo
Ne sono già trascorsi sette
Solo finché sarò presente
Aspetterò
Ci sono milioni di voci
Ci sono milioni di voci
Che ti dicono cosa dovresti pensare
Sarebbe meglio che le ascoltassi per un secondo.
 
Note:
WHAT’S UNDER AND BEHEIND ME: letteralmente sarebbe “cosa c’è sotto e dietro di me”, ma va tradotto come “cosa c’è al di fuori di me”.
THEIR COLOR: letteralmente sarebbe “il loro colore”, ma il senso è “l’aspetto esteriore”.
THAT WILL BRING US ALL TOGETHER: letteralmente vorrebbe dire “che ci terranno uniti tutti insieme”, ma nel linguaggio comune può essere tradotto con “che ci uniranno” oppure “che ci terranno uniti”.
FROM THE ONES WHO PRACTICE WICKED CHARMS: la traduzione letterale sarebbe “da quelli che praticano incantesimi malvagi”, ma in questo caso WICKED CHARMS significa “falsità” e PRACTICE di conseguenza non va tradotto come praticare, ma come “tentare”.
FOR THE SON AND THE STONE: letteralmente “per il figlio e la pietra”, qui si mettono a confronto due mondi, quello umano e quello naturale che possono essere “cattivi” nello stesso modo.
SO YOU BETTER SOBER UP FOR A SECOND: letteralmente sarebbe “sarebbe meglio cherestassi sobrio per un secondo”, ma dato che si parla di voci può essere tradotto con il verbo “ascoltare”, quindi “sarebbe meglio che le ascoltassi (le voci) per un secondo”.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Testi tradotti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...