in ricordo di Giovanni Falcone

«Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa,
chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola.»
«Si muore generalmente perché si è soli
o perché si è entrati in un gioco troppo grande.
Si muore spesso
perché non si dispone delle necessarie alleanze,
perché si è privi di sostegno.
In Sicilia la mafia colpisce i servitori dello Stato
che lo Stato non è riuscito a proteggere.»
«Gli uomini passano, le idee restano.
Restano le loro tensioni morali
e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini.»
Giovanni Falcone
(Palermo, 18 maggio 1939 – 23 maggio 1992)
23 maggio 1992
strage di Capaci
persero la vita il giudice antimafia:
Giovanni Falcone
sua moglie anche ella magistrato:
Francesca Morvillo
i tre agenti della scorta:
Vito Schifani
Rocco Di Cillo
Antonio Montinaro
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e Parole. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...