La prima stella della sera – Matia Bazar

Strano sentimento
non ci molla mai
come il diavolo che
vive dentro noi
 
Ogni ripensamento
da soltanto guai
ma quel dubbio c’è
e non si sa perché
 
Metti per caso non ci fosse più lui
a cambiare un po’
la monotonia
 
Probabilmente non sarebbe più mia
questa strana follia
quando ancora non so…
se ci credi o no…
ma se credi…
 
Che sia una nuvola passeggera…
fantasma della libertà…
sensuale rito di primavera…
all’orizzonte apparirà
l’ultima spiaggia quasi vera
e ancora in cielo brillerà
la prima stella della sera
d’immenso s’illuminerà
la prima stella…
 
Strano sentimento ci costringe così
a indugiare un po’
a pensarci su…
cane che morde non abbaia di più
ma risveglia in noi
la curiosità
 
Ed alla fine un gran tormento che
senza forze ormai
perdi l’energia
un passaporto per la malinconia
che ti lascia a metà
sul traguardo e al via
se ci credi o no…
ma se credi…
 
Che sia una nuvola passeggera…
fantasma della libertà…
straniera in terra di fantasia…
solo al confine troverai
l’ultima spiaggia quasi vera
e all’orizzonte apparirà
la prima stella della sera
e all’infinito svanirà
ogni paura e ogni frontiera…
 
All’orizzonte apparirà
l’ultima spiaggia quasi vera
d’immenso s’illuminerà
la prima stella della sera…
 
 
 
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Canzoni e Musica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La prima stella della sera – Matia Bazar

  1. Alberto ha detto:

    è del 1988 del festival di sanremo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...